Ti trovi in: Comune di Borgio Verezzi > Rassegna Cinematografica Nazionale

Rassegna Cinematografica Nazionale

A3-rassegna-verezzi-LOW26^ RASSEGNA CINEMATOGRAFICA DI BORGIO VEREZZI – 2015

 Organizzata dal Comune di Borgio Verezzi con il sostegno di
(con il sostegno di Antica Società – Verezzi e Pingusto Albenga)

Cibo per gli Occhi e per la Mente – Menù fisso di cinema italiano
A cura di Giovanni Ferro

 Cinema Teatro Vittorio Gassman – Borgio Verezzi
Inizio proiezioni ore 21,15 – Ingresso libero
Scarica la locandina in formato pdf

Domenica 23 agosto – Il Commissario Pepe, di Ettore Scola (1969)
Lunedì 24 agosto – Caro Diario, di Nanni Moretti (1993)
Martedì 25 agosto – I Mostri, di Dino Risi (1963)
Mercoledì 26 agosto – Io non ho paura, di Gabriele Salvatores (2003)
Giovedì 27 agosto – I Vitelloni, di Federico Fellini (1953)

In questo 2015 in cui il tema dell’Esposizione Universale, in corso a Milano, è “Nutrire il pianeta, energia per la vita”, il cibo, uno dei nostri più grandi patrimoni culturali, raggiunge l’apice della spettacolarizzazione. Mentre l’Expo, prima con i suoi problemi e ora con i suoi risultati, fa parlare di sé, nel nostro paese e nel mondo il cibo è diventato protagonista a tutti gli effetti dell’intrattenimento televisivo.

Anche il racconto cinematografico più contemporaneo è stato influenzato dagli stereotipi  diffusi dal piccolo –  ormai sempre più grande – schermo.  La cultura massificata del cibo ha preso piede in maniera preponderante anche in Italia, paese che forse non avrebbe bisogno di spettacolarizzare ciò che il resto del mondo da sempre gli invidia, ma che dovrebbe semplicemente valorizzare con amore.

Quest’anno la rassegna cinematografica di Borgio Verezzi intende continuare a distinguersi per originalità, senza seguire banalmente il percorso più scontato…

Perché se è vero che l’importanza del cibo per il nostro sostentamento è vitale e che la sua carenza genera il peggior male per l’umanità, ossia la fame, è anche fondamentale ricordarsi che il secondo peggior male è l’ignoranza.

Questo il ragionamento che sta alla base della scelta delle pellicole in rassegna quest’anno: vogliamo che i nostri spettatori vengano in sala per godere di una “grande abbuffata” di immagini che illuminino gli occhi e di storie che risveglino la mente.

Tutti i film in rassegna quest’anno sono italiani, alcuni fanno parte della grande storia del nostro cinema, altri sono più recenti. Tutti però, oltre ad essere accomunati da un’accurata regia e fotografia, ci offrono spunti di riflessione causticamente incisivi sugli aspetti più fragili dell’Italia e degli italiani.

Con Il Commissario Pepe  di Ettore Scola ci addentreremo nei meandri più torbidi di una città-tipo di provincia dell’Italia anni ’60 per renderci conto che certi malcostumi sono difficili da estirpare, nonostante la caparbietà e l’intelligente onestà di uno spiritoso e determinato commissario, interpretato da un irresistibile Ugo Tognazzi.

In sella sulla Vespa di Nanni Moretti sarà piacevole fare ancora un bel giro dei quartieri di Roma seguendo le riflessioni del regista sul suo Caro Diario: la sfaccettata urbanistica della nostra capitale, la fuga dal caos, l’intrattenimento televisivo e le soap opera, il rapporto con i medici e la medicina.

Con I Mostri di Dino Risi celebreremo la commedia all’italiana in una delle sue espressioni più incisive ed irriverenti. I malcostumi e le incoerenze del nostro paese si rivelano ancora così tristemente attuali … ma noi italiani siamo sempre stati così bravi a ridere, con amarezza, dei nostri problemi.

I Mostri è uno di quei film che andrebbero rivisti periodicamente, e questa volta l’occasione è buona per goderselo in pellicola e sul grande schermo.

Il film più recente della rassegna ha il pregio di essere tratto dal romanzo di uno dei più talentuosi scrittori contemporanei del nostro paese. Io non ho paura, di Nicolò Ammaniti, prende vita con irruenta precisione nel film di Gabriele Salvatores, fotografato magistralmente da Italo Petriccione. Le immagini dei campi di grano e dei cieli azzurri della Basilicata riempiono gli occhi dello spettatore abbagliandolo e nascondendogli solo per poco il lato oscuro di una storia fortemente coinvolgente.

Chiude la rassegna un caposaldo del grande cinema italiano, e mentre l’estate starà effettivamente giungendo al termine, sarà emozionante salutarla con I Vitelloni di Fellini, seduti al tavolo di un bar a fare castelli in aria o guardando malinconicamente una stagione che svanisce, lasciando spazio alle scelte che la vita ci impone per crescere.

Fino ad oggi il 2015 è stato un buon anno per il cinema italiano: tre registi nostrani hanno partecipato attivamente al Festival di Cannes con i loro lavori; tutti e tre, senza voler entrare nell’ambito della critica, hanno diretto produzioni importanti, interpretate anche da attori internazionali certamente esportabili verso un pubblico straniero amante del cinema “fatto bene”.

Con la rassegna di quest’anno celebriamo fra gli altri uno di questi tre registi, Nanni Moretti, ma soprattutto, come sempre, celebriamo il grande cinema italiano, e non solo con nostalgia, ma anche con speranza. Speranza di un futuro nuovo, che dalle proprie radici prenda orgoglioso coraggio per far rinascere un cinema che, come le ricette delle nostre nonne, sia scritto con cura, preparato con gli ingredienti giusti e con l’amore necessario per  fare bene tutte le cose.  Buona visione e buon appetito.

Giovanni Ferro

 

La Storia della Rassegna Cinematografica

La Rassegna Cinematografica di Borgio Verezzi, nata nel 1984, ogni estate offre al pubblico una retrospettiva dedicata a singoli attori cinematografici del panorama artistico italiano degli anni Quaranta/Settanta, proponendo una serie di proiezioni di pellicole scelte all’interno della carriera cinematografica del protagonista (a volte inserendo titoli rari e poco noti al grande pubblico) capaci di mostrare uno spaccato della società e cultura italiane dell’epoca.

L’iniziativa ha lo scopo di promuovere la cultura cinematografica italiana con particolare riferimento al cinema dal secondo dopoguerra in poi: in questo senso la Rassegna borgese rappresenta un “unicum” sul territorio provinciale.

Lunga e splendida la carrellata di attori sinora protagonisti: Alida Valli, Gino Cervi, Amedeo Nazzari, Vittorio Gassman, Totò, Marcello Mastroianni, Anna Magnani, Ugo Tognazzi, i tre fratelli De Filippo, Aldo Fabrizi, Raf Vallone, Nino Manfredi, Alberto Sordi, Vittorio De Sica, Walter Chiari, Mariangela Melato.

Dal 1999 poi, la Rassegna diviene definitivamente evento autonomo rispetto al Festival Teatrale, scegliendo retrospettive monografiche legate a grandi attori italiani del passato che si siano distinti sia nel campo cinematografico, sia in quello teatrale.

1999: Decima edizione

Copertina Cervi Copertina Cervi

Un attore per amico. Omaggio a Gino Cervi.
A cura di Mauro Manciotti.
Mostra fotografica su Gino Cervi “Gino Cervi, bentornato”, a cura del Teatro Duse.
Proiezioni:
“Ettore Fieramosca”, di Alessandro Blasetti, 1938
“La peccatrice”, di Amleto Palermi, 1940
“I promessi sposi”, di Mario Camerini, 1941
“Le miserie del signor Travet”, di Mario Soldati, 1946
“4 passi tra le nuvole”, di Alessadro Blasetti, 1942
“Il profumo del mosto selvatico“ di Alfonso Arau, 1995
“I miserabili”, di Riccardo Freda, 1947
“La signora senza camelie”, di Michelangelo Antonioni, 1952-53
“Don Camillo”, di Julian Duvivier, 1952
“La lunga notte del ’43”, di Florestano Vancini, 1960

2000: Undicesima edizione

Copertina NazzariCopertina Nazzari

Un volto per la storia. Omaggio ad Amedeo Nazzari.
A cura di Mauro Manciotti.
Mostra fotografica e documentaria a cura dell’Archivio Famiglia Nazzari
Proiezioni:
“La cena delle beffe”, di Alessandro Blasetti, 1941
“Cavalleria”, di Goffredo Alessandrini, 1936
“Dopo divorzieremo”, di Nunzio Malasomma, 1940
“Apparizione”, di Jean de Limur, 1943
“Scarpe grosse”, di Dino Falconi, 1940
“La bisbetica domata”, di Ferdinando M.Poggioli, 1942
“Luciano Serra pilota”, di Goffredo Alessandrini, 1938
“Harlem”, di Carmine Gallone, 1943
“Donne e briganti”, di Mario Soldati, 1950
“Il bandito”, di Alberto Lattuada, 1946
“Un giorno nella vita”, di Alessandro Blasetti, 1946
“I figli di nessuno”, di Raffaello Matarazzo, 1951
“Sensualità”, di Clemente Fracassi, 1952
“Romanticismo”, di Clemente Fracassi, 1951
“Processo alla città”, di Luigi Zampa, 1952
“Le notti di Cabiria”, di Federico Fellini, 1957

2001: Dodicesima edizione

Copertina GassmanCopertina Gassman

Viva Gassman nel Suo Teatro – Omaggio a Vittorio Gassman.
A cura di Mauro Manciotti.
Mostra fotografica e documentaria “Gassman e il Cinema” – Anica, Roma
Proiezioni:
“La grande guerra”, di Mario Monelli, 1959
“Riso amaro”, di Giuseppe De Santis, 1949
“I soliti ignoti”, di Mario Monicelli, 1958
“Anima nera”, di Roberto Rossellini, 1962
“Il sorpasso”, di Dino Risi, 1962
“Anima persa”, di Dino Risi, 1976
“Profumo di donna”, di Dino Risi, 1974
“Caro papà”, di Dino Risi, 1979
“C’eravamo tanto amati”, di Dino Risi, 1974
“L’Arcidiavolo”, di Ettore Scola, 1966
“Il deserto dei tartari”, di Valerio Zurlini, 1976
“Il gaucho”, di Dino Risi, 1964
“Senza famiglia, nullatenenti cercano affetto”, di Vittorio Gassman, 1972
“Telefoni bianchi”, di Dino Risi, 1975
“La famiglia”, di Ettore Scola, 1987

2002: Tredicesima edizione

Il bozzetto per la Rassegna dedicata a Totò, realizzato da Roberto D'Andrea
Il bozzetto per la Rassegna dedicata a Totò, realizzato da Roberto D’AndreaIl Sindaco Giancarlo Vadora con i relatori della tavola rotonda su Totò del 2002: Alberto Anile, Claudio Bertieri, Eugenio Bonaccorsi
Il Sindaco Giancarlo Vadora con i relatori della tavola rotonda su Totò del 2002: Alberto Anile, Claudio Bertieri, Eugenio Bonaccorsi

Siamo uomini o caporali? – Omaggio a Totò.
A cura di Claudio Bertieri.
Mostra iconografica e documentaria (Fondazione Mario Novaro – Genova)
Proiezioni:
“I due orfanelli”, di Mario Mattoli, 1947
“Totò al Giro d’Italia”, di Mario Mattoli, 1948
“Totò le Mokò”, di Carlo Ludovico Bragaglia, 1949
“Napoli milionaria”, di Eduardo De Filippo, 1950
“47 morto che parla”, di Carlo Ludovico Bragaglia, 1949
“Totò e Carolina”, di Mario Monicelli, 1952
“Arrangiatevi!”, di Mauro Bolognini, 1959
“Risate di gioia”, di Mario Monicelli, 1960
“La mandragola”, di Alberto Lattuada, 1965
“Uccellacci uccellini”, di Pier Paolo Pasolini, 1966
“Le streghe“ – Episodio: “La terra vista dalla luna”, di Pier Paolo Pasolini, 1966
“Capriccio all’italiana“ – Episodio: “Che cosa sono le nuvole?”, di Pier Paolo Pasolini, 1967
“Totò al circo (o L’Aigle)” – Episodio non montato di “Uccellacci uccellini” di Pasolini, 1966

2003: Quattordicesima edizione

La mostra su Mastroianni allestita nella sala del Gassman
La mostra su Mastroianni allestita nella sala del Gassman

Marcello: divo involontario – Omaggio a Marcello Mastroianni.
A cura di Claudio Bertieri.
Mostra iconografica e documentaria (Fondazione Mario Novaro – Genova)
Proiezioni:
“Febbre di vivere”, di Claudio Gora, 1953
“Peccato che sia una canaglia”, di Alessandro Blasetti, 1954
“Fantasmi a Roma”, di Antonio Pietrangeli, 1960
“Divorzio all’italiana”, di Pietro Germi, 1961
“La donna della domenica”, di Luigi Comencini, 1975
“Fantasma d’amore”, di Dino Risi, 1981
“Sostiene Pereira”, di Roberto Faenza, 1995
“Le ultime lune”, di Giulio Bosetti, 1995-96
Scarica il manifesto in pdf

2004: Quindicesima edizione

Copertina Magnani
Copertina Magnani

Nannarella l’antidiva – Omaggio a Anna Magnani.
A cura di Claudio Bertieri.
Mostra iconografica e documentaria (Fondazione Mario Novaro – Genova)
Proiezioni:
“Teresa venerdì”, di Vittorio De Sica
“Campo de’ fiori”, di Mario Bonnard, 1943
“L’ultima carrozzella”, di Mario Mattoli, 1943
“Roma città aperta”, di Roberto Rossellini, 1945
“Il bandito”, di Alberto Lattuada, 1946
“Assunta Spina”, di Mario Mattoli, 1947
“Bellissima”, di Luchino Visconti, 1951

2005: Sedicesima edizione

Ugo, l’attore senza maschera – Omaggio a Ugo Tognazzi
A cura di Claudio Bertieri
Proiezioni:
“Il federale”, di Luciano Salce, 1961
“Il mantenuto”, di Ugo Tognazzi, 1961
“La marcia su Roma”, di Dino Risi, 1962
“Una storia moderna: l’ape regina”, di Marco Ferreri, 1963
“La donna scimmia”, di Marco Ferreri, 1964
“In nome del popolo italiano”, di Dino Risi, 1971
Scarica il manifesto in pdf

2006: Diciassettesima edizione

Copertina De Filippo
Copertina De Filippo

Eduardo, Titina, Peppino – I “Reali” di Napoli – Omaggio a tre fratelli De Filippo.
A cura di Claudio Bertieri.
Proiezioni:
“Ti conosco, mascherina!”, di Eduardo De Filippo, 1944
“Ragazze da marito”, di Eduardo De Filippo, 1952
A seguire: “Marito e moglie”, di Eduardo De Filippo, 1952
(proiezione del primo dei due episodi del film)
“Napoletani a Milano”, di Eduardo De Filippo, 1953v A seguire: “Don Corradino”
(Episodio tratto da Tempi nostri – Zibaldone n. 2 – 1954, di Alessandro Blasetti)
“OMAGGIO A GILBERTO GOVI” nel Quarantennale della scomparsa
“Il diavolo in convento”, di Nunzio Malasomma, 1950
“Cortile”, di Antonio Petrucci, 1956
“Totò, Peppino e la… malafemmina”, di Camillo Mastrocinque, 1956
“Fortunella”, di Eduardo De Filippo, 1958
A seguire: “L’ora di punta”, di Eduardo De Filippo (Episodio tratto da Oggi, domani, dopodomani – 1965)

2007: Diciottesima edizione

“L’ultimo Re di Roma” – Omaggio a Aldo Fabrizi
A cura di Claudio Bertieri
Proiezioni:
“Avanti c’è posto”, di Mario Bonnard, 1942
“Il delitto di Giovanni Episcopo”, di Alberto Lattuada, 1947
“Emigrantes”, di Aldo Fabrizi, 1949
“Vita da cani”, di Steno e Mario Monicelli, 1950
“La famiglia Passaguai”, di Aldo Fabrizi, 1951
“Guardie e ladri”, di Steno e Mario Monicelli, 1951
“Totò, Fabrizi e i giovani d’oggi”, di Mario Mattòli , 1960
Scarica il manifesto in pdf

2008: Diciannovesima edizione

“Uno sguardo controcorrente” – Omaggio a Raf Vallone
A cura di Claudio Bertieri
Proiezioni:
“RISO AMARO di Giuseppe De Santis (1948)
“NON C’E’ PACE TRA GLI ULIVI di Giuseppe De Santis (1949)
“IL CAMMINO DELLA SPERANZA di Pietro Germi (1950)
“ROMA ORE 11 di Giuseppe De Santis (1951)
“ANNA di Alberto Lattuada (1951)
“CAMICIE ROSSE (Anita Garibaldi) di Goffredo Alessandrini e Francesco Rosi (1952)
“LA CIOCIARA di Vittorio De Sica (1960)

2009: Ventesima edizione

“Il quarto moschettiere” – Omaggio a Nino Manfredi
A cura di Claudio Bertieri
Proiezioni:
“Per grazia ricevuta” (1971) di Nino Manfredi
“Venezia, la luna e tu” (1958) di Dino Risi
“A cavallo della tigre” (1961) di Luigi Comencini
“Io, io, io … e gli altri” (1965) di Alessandro Blasetti
“Io la conoscevo bene” (1965) di Antonio Pietrangeli
“Pane e cioccolata” (1974) di Franco Brusati
“Brutti, sporchi e cattivi” (1975) di Ettore Scola

2010: Ventunesima edizione

Omaggio ad Alberto Sordi
A cura di Claudio Bertieri
Proiezioni:
I vitelloni (1953) di Federico Fellini
L’arte di arrangiarsi (1954) di Luigi Zampa
Accadde al commissariato (1954) di Giorgio Simonelli
Un eroe dei nostri tempi (1955) di Mario Monicelli
Tutti a casa (1960) di Luigi Comencini
Riusciranno i nostri eroi a ritrovare l’amico misteriosamente scomparso in Africa? (1968) di Ettore Scola
Detenuto in attesa di giudizio (1971) di Nanni Loy

2011: Ventiduesima edizione

Omaggio a Vittorio De Sica
a cura di Claudio Bertieri
Proiezioni:
Tempo Massimo (1934)  di Mario Mattoli
Darò un milione (1935) di Mario Camerini
Il signor Max (1937) di Mario Camerini
Un garibaldino al convento (1942) di Vittorio De Sica
Miracolo a Milano (1951) di Vittorio De Sica
Il generale Della Rovere (1959) di Roberto Rossellini
Scarica il manifesto della rassegna dedicata a De Sica (formato pdf, 300kb circa)

 

 2012: Ventitreesima edizione

rassegna w.chiari_picc

27 agosto – 2 settembre 2012

Omaggio a Walter Chiari

a cura di Giovanni Ferro

CALENDARIO PROIEZIONI
27 AGOSTO – “Meglio Esser Chiari” Un film di 52 minuti per Walter Chiari con il figlio Simone
regia di Cecilia Formenti – autore Alessandra Galletta – musiche originali di Simone Chiari
(una produzione ROMA K4 per SKY Cinema)
Il Giovedì di Dino Risi (1963)
Bellissima di Luchino Visconti (1951)
Walter e i suoi cugini di Marino Girolami (1961)
La rimpatriata di Damiano Damiani (1963)
Donatella di Mario Monicelli (1956)
Romance di Massimo Mazzucco (1986)
scarica la locandina della rassegna 2012
scarica il depliant della rassegna 2012

 

2013: Ventiquattresima edizione:

24^ RASSEGNA CINEMATOGRAFICA DI BORGIO VEREZZI

mariangela-melato-1980_470x30519 -25  agosto 2013

Bella? Ma no, ero strana”

Omaggio a Mariangela Melato
A cura di Giovanni Ferro

La 24ma Rassegna Cinematografica di Borgio Verezzi, è stata dedicata a Mariangela Melato, così come il  47° Festival Teatrale.

Instancabile e prolifica attrice teatrale e cinematografica, la Melato, dall’inconfondibile e solido carattere e la profonda e toccante espressività, è stata pluripremiata dalla critica e allo stesso tempo molto amata dal grande pubblico. Protagonista eccezionale  e poliedrica della scena teatrale e del piccolo e grande schermo per oltre 40 anni, ha incarnato perfettamente la figura dell’Attore a tutto tondo, capace di far ridere, commuovere, affascinare, immedesimare lo spettatore nel personaggio… un  trait-d’union ideale fra Teatro e Cinema. La proiezione delle pellicole interpretate dall’attrice avverrà nel Cinema Teatro Gassman, dove significativamente dal 2001, anno dell’inaugurazione, la poltrona n. 20 porta impresso il suo nome.

19 agosto – IL GATTO di Luigi Comencini (1977)
20 agosto – CARO MICHELE di Mario Monicelli (1976)
21 agosto – LA POLIZIOTTA di Steno (1974)
22 agosto – MIMI’ METALLURGICO FERITO NELL’ONORE di Lina Wertmüller (1972)
23 agosto – DIMENTICARE VENEZIA di Franco Brusati (1979)
24 agosto – FILM D’AMORE E D’ANARCHIA, OVVERO STAMATTINA ALLE 10 IN VIA DEI FIORI NELLA NOTA
CASA DI TOLLERANZA di Lina Wertmüller (1973)
25 agosto – SAXOFONE di Renato Pozzetto – sceneggiatura di Enzo Jannacci (1978)
Come

Scheda Rassegna Cinema 2013

 2014: Venticinquesima edizione

25^ RASSEGNA CINEMATOGRAFICA DI BORGIO VEREZZI – 2014

locandina_Zero_in_condotta_A3“ZERO IN CONDOTTA” – Storie di allievi e di maestri
A cura di Giovanni Ferro
Lunedì 25 agosto – IL MAESTRO DI VIGEVANO di Elio Petri (1963)
Martedì 26 agosto – OVOSODO di Paolo Virzì (1997)
Mercoledì 27 agosto – MERY PER SEMPRE di Marco Risi, (1989)
Giovedì 28 agosto – ELECTION di Alexander Payne (1999)
Venerdì 29 agosto – Il ROSSO E IL BLU di Giuseppe Piccioni (2012)
Sabato 30 agosto – I QUATTROCENTO COLPI di François Truffaut (1959)
Scheda Cinema 2014
locandina_Zero_in_condotta

 

Approfondimenti

Credits Logo Edinet Siti Internet