Comunicazione del Sindaco – Situazione emergenza sanitaria

Tempo di lettura:

3 minuti

Borgio Verezzi, 23.11.2021

Cari Concittadini,

come Sindaco sento il dovere di condividere con Voi la preoccupazione per la situazione attuale e la responsabilità di cui ciascuno deve farsi carico.

Le Regioni insistono, la crescita dei contagi spaventa, i governatori chiedono misure che possano favorire le vaccinazioni, come l’approvazione del “green pass rafforzato” di cui si parla ormai da giorni…  una sorta di lasciapassare che escluda i non vaccinati praticamente da tutti i luoghi delle attività ricreative come ristoranti, palestre, teatri e via dicendo.

Ma proviamo a riassumere, a vari livelli, questa delicata situazione:

  • A livello nazionale su tutti i media troviamo: nuovo picco di casi, verso il super green pass, correre di più verso le terze dosi, se i numeri peggiorano non paghino i vaccinati, l’istituto superiore di sanità dice che la terza dose è urgente, e poi… dibattiti accesi, manifestazioni
  • In Liguria i casi gravi sono in aumento, è cresciuto il numero di nuovi contagiati e delle ospedalizzazioni, la stessa Regione Liguria dice “i numeri stanno convincendo tutti che vaccinare è l’unico modo per evitare la complicazioni della malattia e per salvare la nostra economia”
  • A Borgio Verezzi circa un mese fa eravamo a zero casi, oggi sono 28 (12 casi positivi e 16 casi di quarantena). Siamo tutti persone responsabili, i dati attuali evidenziano la necessità di comportamenti adeguati: vaccinazione, distanziamento, mascherina. I dati scientifici e le esperienze ci sono; in caso di dubbio i medici di famiglia sono a nostra disposizione per fornire consigli utili e aiutarci nelle scelte da fare. Certo è che ognuno di noi può essere determinante per superare questa situazione; la comunità è fatta da tutti noi; tutti noi insieme possiamo fare squadra per il bene comune. È un’occasione unica, proviamoci; le vicine festività saranno più belle e serene per tutti. Il miglior dono ? La salute di tutti

L’obiettivo di queste parole, scritte di corsa, non è scrivere bene ma comunicare a tutti che dobbiamo essere consapevoli e insistere sulla strada di prevenzione e corresponsabilità che abbiamo intrapreso:  il percorso positivo è già avviato, ma dobbiamo migliorarlo.

Essere comunità, questo l’augurio per il nostro paese: il rispetto per noi stessi passa attraverso il rispetto per il bene comune!

Renato Dacquino

Scarica il comunicato:  Comunicazione ai cittadini_23.11.2021

Filtri